Menu

Libro fotografico: Luci sul canavese

Perché questo titolo? Perché (‘9 la luce la componente fondamentale per realizzare una fotografia. Anche
in un’immagine notturna l’ingrediente essenziale ‘e la luce, ed anche se molto tenue e poco visibile
all’occhio umano, la fotocamera riesce ad imprimerla sul sensore o pellicola che sia.

ll paesaggio é mutevole a seconda della posizione del sole, del cambiare delle stagioni, delle nuvole,
della vegetazione e del tipo di luce.

Questi componenti, riescono addirittura a far trasfigurare un luogo noto.

Tempo fa, in autunno, mi recai nei dintorni di un lago alpino in alta Valle Orco a circa 2700 metri di alti-
tudine. Una leggera spolverata di neve aveva coperto a macchia di leopardo il terreno nei dintorni del lago.

Quando riuscii a raggiungere la sponda, una fitta nebbia mi permetteva la visione a non oltre 30 metri.

Dopo una lunga attesa di quasi due are al freddo, come per magia, una leggera brezza fece si che la
nebbia si diradasse per qualche minute.

In quei pochi istanti, quasi non riuscii a scattare immagini, perché rimasi attonito davanti a quella magica
visione. Quella zona che conosco quasi ad occhi chiusi, per qualche istante, pareva essere un luogo mai
visto, addirittura mi parve di essere neanche in Italia, bensi in un paese nordico.
Per realizzare degli scatti degni di interesse, sovente esco di casa quando é ancora notte, per essere sul
posto prestabilito alle prime luci dell’alba. oppure esco nel primo pomeriggio per cercare di sfruttare gli
ultimi raggi di sole del tramonto.

Quando viene a crearsi una condizione ideale per realizzare una bella immagine é perché una serie di
fattori si verificano simultaneamente.

Questi fattori fondamentali sono: la luce, la composizione, il colore, il momento ed altro ancora.

Capita spesso che anche un repentino cambio del clima determini una situazione di luce particolare,
basta pensare ai raggi di sole che filtrano da una nuvola al tramonto e creano ombre, colori e sfumature
uniche irradiando il terreno.

In questo libro ho deciso di disporre le immagini partendo da est verso ovest e da sud verso nord, come
se idealmente avessimo di fronte ai nostri occhi una cartina geografica, in cui ognuno pub riscoprire angoli
particolari del territorio canavesano.

Buona visione.

Luca Fassio